Different Tales

BodyQuali e quanti racconti siamo disposti sia ad ascoltare che a scrivere di nostro pugno, attraverso linguaggi di ogni tipo, non primo e neppure ultimo quello fotografico?! Quanti istanti vorremmo cristallizzare nella memoria visiva rendendoli noti anche agli altri che li fruiscono, segni, appunti, diagrammi, novelle, pensieri, poesie, disegni, prose che uniscono alla luce la grafia del pensiero e dell’esistenza, di un quotidiano sentire che diventa eccezionale nella misura in cui è stato vissuto e registrato scegliendo cosa mostrare e trasmettere? C’è chi non getta via neppure uno scontrino, neanche una cannuccia od un ombrellino di carta sostenuto da uno stuzzicadenti usati in un bar per bere durante l’appuntamento della nostra vita.

Visivamente parlando è ancora più difficile scegliere cosa ricordare, cosa salvare da quella sequenza infinita simile a spezzoni cinematografici, una pellicola che si srotola nella nostra memoria e diventa essenza di noi, di loro, di tutti quelli che ci vivono e passano accanto! Ci sono luoghi architettonici che possiedono spazi che vorremmo nostri, ci sono parti del corpo di chi amiamo che non vorremmo mai dimenticare, ci sono nodi, scale, forme geometriche, percorsi mentali e fisici che non vorremmo mai finissero nell’oblio, nel buio di un’assenza, nella notte di una smemoratezza imperdonabile.

Ecco allora che ci aiuta il linguaggio fotografico, dettagli altrimenti indescrivibili a parole suscitano colti e fissati per sempre nel loro divenire emozioni indescrivibili, suggestionano, affascinano, ci leggiamo le nostre storie, quelle narrate dall’autore degli scatti finiscono in secondo piano, finiamo per farle nostre! Racconti differenti, diversi per significato e per significante, superfici mobili che possono traslocare da una memoria visiva all’altra per essere ri-arredate secondo i propri vissuti. Preziosi ricami della mente che vanno tessuti diligentemente, con pazienza e maestria, qui fotogrammi di istanti resi immortali e moltiplicati all’infinito, quanti sono i fruitori degli stessi

The Different Tales

Paola Palmaroli

Our-World.jpgArterie.jpgBody.jpgCello-Suite.jpgNico-Mani_05.jpgIntimo_1.jpgScala-improbabile.jpgVino.jpg